novità \ I QR code e il mobile in Italia

alle

Una recente ricerca mostra i notevoli cambiamenti per il mondo digitale

contattaci ora

... e scopri i nostri prezzi

Richiedi il nostro catalogo adesso oppure chiama il numero verde!

POPAI Italia ha realizzato, in collaborazione con l'Associato Smart Research, una ricerca sulla diffusione del mobile in Italia e dei QR code.

Dallo studio è emerso che in 97 paesi nel mondo ci sono più cellulari che popolazione.
In Italia, nella fascia di età analizzata tra i 18 e i 65 anni,  un italiano su due possiede uno smartphone, e questo numero è cresciuto a ritmi vertiginosi se si pensa che solo a novembre erano uno su tre.

I recenti dati Audiweb mostrano un dato a prima vista sorprendente, in quanto è emerso che il tempo passato davanti al PC è diminuito del 10% e addirittura calano dell’11,6% le pagine viste.

Potrebbe sembrare un errore, invece la giustificazione è che stiamo diventando più “multimediali nella multicanalità”, ovvero utilizziamo sempre di più cellulari e tablet oltre al PC.

Questo ha favorito l’evolversi e lo sviluppo di nuovi programmi (App) e “oggetti” che sono in grado di animare i nostri fedeli compagni sul lavoro e dei sempre più frequenti viaggi con i mezzi pubblici.

Tra questi oggetti, uno dei più interessanti è il Codice QR (Quick Responce) che è sempre più famigliare, tanto che quasi il 60% di noi sa cosa sono o per averli solamente visti o per averli utilizzati.


Questi codici potrebbero essere utilmente impiegati per attività di promozione, comunicazione “out of home” o addirittura vendita se, come risulta dalla ricerca, il 52% della popolazione esaminata li scannerizzerebbe ovunque e che il 38% di chi ha la propensione a fare acquisti online, mostra la stessa attitudine a fare acquisti via web tramite cellulare.